Skip to content

Fine del ciclo di vita e della protezione per Windows Server 2003

Windows Server 2003 ha raggiunto la fine del ciclo di vita. Ora siete vulnerabili.

 

Restate protetti con Deep Security

 

Proteggetevi dalle vulnerabilità prima che gli exploit vi attacchino

In base a un recente sondaggio condotto da ESG Research, l’81% delle aziende intervistate utilizza ancora Windows Server 2003. Di queste, il 25% non ha in programma alcuna migrazione a breve termine e si prepara a restare esposto alle nuove vulnerabilità, alle minacce informatiche e alle violazioni dei dati ora che per Windows Server 2003 è stato raggiunto il termine del supporto.

I fatti di ESG Research (PDF/ingl.)

Se vi riconoscete, come pensate di proteggere il vostro business da questo rischio crescente su una piattaforma software che ha raggiunto la fine del ciclo di vita?

Restate protetti fino a quando sarà possibile migrare

Come consiglia Microsoft, la cosa più importante è che pianifichiate la migrazione da Windows Server 2003. Se non siete ancora pronti per avviare la migrazione prima del termine del supporto, potete comunque proteggere il vostro sistema Windows Server 2003 con il patching virtuale e la sicurezza di sistema offerta dalla piattaforma Trend Micro Deep Security.

Trend Micro Deep Security utilizza le tecnologie di rilevamento e prevenzione delle intrusioni (IDS/IPS) per schermare le vulnerabilità nei sistemi Windows Server 2003 privi di supporto prima che vengano sfruttati. Le nostre funzionalità di patching virtuale vi assicurano la comprovata protezione delle vulnerabilità che vi consentirà di prolungare la durata dei sistemi preesistenti. Per proteggersi dalle modifiche in un sistema che non riceve più le patch di Microsoft, Deep Security assicura anche funzionalità incorporate di protezione del sistema, tra cui il monitoraggio dell’integrità, che consente di rilevare le modifiche laddove non ne dovrebbero più esistere. È così possibile garantire la protezione dei sistemi Windows Server 2003 fino a quando sarà possibile migrarli, contenendo così i rischi e le spese di esercizio IT.

  • Elimina l’esposizione ai rischi dovuta alle nuove vulnerabilità, compresa la protezione contro gli attacchi zero-day.
  • Consente l’applicazione di patch alle applicazioni aziendali secondo termini e tempi definiti dall’utente, riducendo così i costi e i tempi di inattività potenziali.
  • Rileva le modifiche non pianificate o dannose del sistema e consente una risposta rapida ai potenziali attacchi.
  • Mitiga i potenziali problemi di conformità della sicurezza dei dati per i regolamenti di importanza
    critica come PCI DSS 3.1.
  • Assicura una migrazione fluida ai sistemi sicuri nel dopo Windows 2003 come Windows 2012, Microsoft Azure e altri fornitori leader di servizi cloud
    come Amazon Web Services (AWS)
     

Desidero essere contattato da un referente per la vendita

Ulteriori informazioni (PDF/ingl.)

Ulteriori informazioni (PDF)


Social media

Mettetevi in contatto con noi su